Formazione sui rifiuti
Formazione sui rifiutiFormazione sui rifiuti
Napoli
Venerdì 10 Febbraio 2017
Hotel Terminus, Piazza Giuseppe Garibaldi, 91

relatori:

Paola Ficco
(Giurista ambientale - Avvocato - Responsabile attività formazione Eda Pro)

Loredana Musmeci
(Chimico - Esperto ambientale - Istituto Superiore di Sanità)


Coordinamento scientifico: Paola Ficco
programma iscrizione on-line scarica il modulo d'iscrizione
Torna all'elenco
La partecipazione a questo Seminario
 dà diritto a n. 7 crediti formativi rilasciati dal Consiglio Nazionale dei Chimici.

Rifiuti sanitari: la rilettura critica del Dpr 254/2003 alla luce del “Codice ambientale"

Seminario

Il Dpr 15 luglio 2003, n. 254 “Regolamento recante disciplina della gestione dei rifiuti sanitari a norma dell’articolo 24 della Legge 31 luglio 2002, n. 179”  è stato emanato a soli 3 anni dal precedente Decreto 26 giugno 2000, n. 219, poiché vi era la necessità di chiarire alcuni aspetti fondamentali (ad esempio il momento di formazione del rifiuto sanitario), ed aggiornare alcuni riferimenti normativi (ad esempio il riferimento al Regolamento CE n. 1774/2002, vigente all’epoca e che disciplinava la gestione dei sottoprodotti di origine animale non destinati al consumo umano).
Il Dpr 254/2003 può essere considerato un “testo unico” in materia di gestione dei rifiuti sanitari, fermo restando che il quadro normativo di riferimento in materia di gestione generale dei rifiuti rimane il Dlgs 152/2006 (“Codice ambientale”, Parte IV).
Ad oggi, il Dpr 254/2003 si presenta come un provvedimento (uno dei pochi) che non ha subito modifiche ed integrazioni da ben 13 anni e che consente di gestire i rifiuti prodotti in strutture sanitarie e similari con modalità improntate a principi di cautela e nello stesso tempo di economicità, favorendo il recupero e il riciclo di materia ed energia.
Tuttavia, una sua rilettura alla luce dei nuovi disposti normativi in materia di gestione generale dei rifiuti è essenziale al fine di non incorrere in procedure erronee e soggette a ritorsioni sanzionatorie.
Il Seminario, dunque, si propone di effettuare una rilettura critica del Dpr 254/2003 alla luce delle novità normative del Dlgs 152/2006 in forma sia di trasmissione di esperienza filtrata dal ruolo istituzionale sia di riflessione dialogica con i discenti.


Programma

Ore 9:00 - Registrazione dei partecipanti

Ore 9:30 - Inizio Lavori
Loredana Musmeci
– Definizione strutture sanitarie
– Classificazione dei rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo sia di origine umana che veterinaria
– Gestione dei rifiuti sanitari pericolosi non a rischio infettivo
– Individuazione dei rifiuti sanitari che richiedono particolari modalità di smaltimento

Ore 11:00 – Pausa caffè

– Gestione dei rifiuti sanitari assimilati ai rifiuti urbani
– Gestione dei rifiuti da esumazioni e da estumulazione
– Recupero di materia dai rifiuti sanitari
– Gestione delle acque reflue provenienti da attività sanitarie

Ore 13:00 – Colazione di lavoro

Ore 14:00 - Ripresa dei lavori
Paola Ficco e Loredana Musmeci
– Deposito temporaneo, deposito preliminare, raccolta e trasporto dei rifiuti sanitari
– Sterilizzazione dei rifiuti sanitari
– Registri di carico e scarico
– Responsabilità

Ore 16:15 – Esercitazione in Aula

Ore 17:00 – Fine dei lavori


Iscrizione al seminario

Quota di adesione
euro 300,00 + IVA euro 66,00 totale euro 366,00

La quota comprende: materiale di supporto, attestato di partecipazione, colazione di lavoro

Sconti

è previsto uno sconto per:
- abbonati alla rivista “Rifiuti - Bollettino di informazione normativa”
- abbonati al servizio “Rifiuti on-line”
- abbonati al servizio “Osservatorio di normativa ambientale”
- abbonati al servizio “Adempimenti Ambientali”

è previsto uno sconto per iscrizioni multiple

Chiusura delle iscrizioni: Venerdì 3 Febbraio 2017

dopo tale data l'iscrizione è possibile solo previo contatto telefonico con la Segreteria
02.45487380 (numero diretto)

Modalità d'iscrizione

La quota di adesione deve essere versata all’atto dell’iscrizione.

Il seminario sarà confermato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

L’iscrizione può essere effettuata anche:
prendendo contatti telefonici
linea diretta 0245487380
inviando un fax 02 45487333
inviando una e-mail: segreteria.formazione@edapro.it

Disdetta

Il diritto di recesso potrà essere esercitato fino a 7 giorni lavorativi (sabato compreso) prima della data del seminario e darà diritto al rimborso completo della quota di adesione. Oltre tale limite, e fino al giorno precedente il seminario, il partecipante potrà recedere riconoscendo a Edizioni Ambiente un corrispettivo del 25% della quota di adesione. Dopo tale data, qualunque ulteriore rinuncia non darà diritto ad alcun rimborso.

Il recesso dovrà essere comunicato via e-mail alla Segreteria Organizzativa segreteria.formazione@edapro.it

È invece possibile sostituire in qualsiasi momento il partecipante al seminario, previa comunicazione del nuovo nominativo alla segreteria organizzativa.