EdaPro

Eda Pro propone ai manager e agli operatori gli strumenti professionali per interpretare e affrontare il sistema normativo della Gestione dei rifiuti

Roma
Martedì 20 giugno 2017 - Mercoledì 21 giugno 2017
Centro Congressi Frentani, via dei Frentani 4

relatori:

Claudio Rispoli
(Chimico – Consulente ADR)

Loredana Musmeci
(Chimico – Esperto ambientale – Istituto Superiore di Sanità)


Coordinamento scientifico: Paola Ficco
programma iscrizione on-line scarica il modulo d'iscrizione
Torna all'elenco
MiniMaster

La classificazione dei rifiuti e il certificato analitico

Un percorso pragmatico per un corretto metodo di indagine (2 giornate)

Il quadro normativo inerente la classificazione dei rifiuti è estremamente complesso: norme pur estremamente limpide quali il Regolamento (Ue) 1357/2014/Ue e la Decisione 2014/955/Ue, infatti pongono comunque dei problemi di applicazione notevoli. Alle lacune normative (per citarne una sola: la vetustà e l’incompletezza dell’Elenco europeo dei rifiuti) si aggiungono poi le numerose “letture” personalistiche di alcune disposizioni e la disomogeneità con cui tale disciplina è applicata sul territorio.

L’impatto sulle imprese di gestione, sui produttori ed anche sugli Enti competenti e di controllo di questa incertezza normativa è fortemente penalizzante, altrettanto lo è per l’ambiente: non pochi abbandoni di rifiuti sono motivati anche dalla eccessiva onerosità degli adempimenti, compreso quello della classificazione, che richiede ormai un livello elevatissimo di specializzazione e di conoscenze interdisciplinari non comuni. Soluzioni sbrigative, semplicistiche, inconsapevoli o non adeguatamente motivate possono esporre a grosse sanzioni, né appare chiara a molti quale sia la corretta ripartizione delle responsabilità connesse.

Gli argomenti trattati nei consueti corsi sulla classificazione trovano in questo Corso di alta specializzazione, lo spazio temporale che ne consente l’approfondimento specialistico, anche su tematiche particolarmente scottanti quali l’ecotossicità, i codici speculari, il rapporto con i fornitori di servizi inerenti la classificazione (laboratori, professionisti etc.) e la corretta modulazione del principio di precauzione.

Il Corso di alta specializzazione in materia di classificazione può costituire un valido supporto per la preparazione alle verifiche iniziali e periodiche previste dall’articolo 13, comma 1, Dm 3 giugno 2014, n. 120 (Regolamento Albo nazionale gestori ambientali) necessarie per l’acquisizione o il mantenimento dei requisiti per l’assunzione della carica di Responsabile tecnico nelle imprese tenute all’iscrizione a tale Albo nazionale.

I DESTINATARI

- Dipendenti Pubblica amministrazione che si occupano di queste tematiche

- Responsabili tecnici (gli argomenti trattati possono costituire un valido supporto per la preparazione alle verifiche iniziali e periodiche previste dall’articolo 13, comma 1, Dm 3 giugno 2014, n. 120 “Regolamento Albo nazionale gestori ambientali” necessarie per l’acquisizione o il mantenimento dei requisiti per l’assunzione della carica di Responsabile tecnico nelle imprese tenute all’iscrizione a tale Albo nazionale)

- Operatori del Diritto

- Ingegneri, geologi e chimici

- Consulenti aziendali

Alla fine del corso di alta specializzazione i Discenti saranno in grado di:

  • Avere una conoscenza operativa sulla legislazione che regolamenta la codifica e l’attribuzione delle caratteristiche di pericolo ai rifiuti
  • Utilizzare le principali fonti di dati necessarie allo scopo
  • Organizzare efficacemente la comunicazione con i fornitori di servizi o con i committenti
  • Sviluppare strumenti di gestione efficaci

Programma

Martedì 20 giugno 2017

Ore 8:30 Registrazione dei partecipanti

Ore 9:00 Inizio dei lavori

 

Modulo n. 1 - ore 9:00/13:00

Claudio Rispoli

Classificazione dei rifiuti: il quadro normativo di riferimento

- La Legge 11 agosto 2014, n. 116

- La Decisione 2014/955/Ue

- Il Regolamento 1357/2014/Ue

- Il Dlgs 152/2006, Parte IV e allegato D

- Gli strumenti primari: le definizioni, l’Elenco europeo dei rifiuti e le caratteristiche di pericolo

- Il criterio di concentrazione e i codici “speculari”

- Gli strumenti “secondari”: le fonti di dati

- Peculiarità dei criteri di classificazione dei rifiuti vigenti: rischi fisici, chimici, biologici, altri; HP additive o no, i rifiuti contenenti POP

- Problematiche della valutazione delle caratteristiche di pericolo: il campionamento, i rifiuti costituiti da oggetti, ecc.

Question time
 
e analisi casi pratici

Ore 13:00 – Colazione di lavoro
 

 

Modulo n. 2 - Ore 14.00-18.00

Claudio Rispoli

Classificazione dei rifiuti: il percorso logico

- Ruoli e responsabilità nella classificazione rifiuti

- Analisi: quali, quando, come richiederle, come leggerle, esaustive o no?

- I rifiuti pericolosi e i rifiuti non pericolosi. Le “voci specchio”

- Caratterizzazione dei rifiuti: cos’è

- L’analisi non è l’unica possibilità: quali alternative?

Question time
 
e analisi casi pratici

 

Mercoledì 21 giugno 2017

Modulo n. 3 - ore 9:00/13:00

Loredana Musmeci

Classificazione dei rifiuti: nuovi sviluppi

- HP14: la situazione non è ancora definitiva


- HP14: la nuova “proposta” della Commissione europea

- La classificazione dei rifiuti contenenti idrocarburi, i pareri dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS)

- Metodi analitici



- Esempi pratici

Question time
 
e analisi casi pratici

 

Modulo n. 4 - Ore 14:00/18:00

Claudio Rispoli

Classificazione dei rifiuti: in concreto in azienda

- Impatti e ricadute gestionali
della classificazione

- La valenza delle documentazioni

- Organizzazione interna e comunicazione

- I rapporti con i fornitori di servizi (laboratori, consulenti, ecc.)

- Le documentazioni

- Esempi di strumenti gestionali

 Question time
 
e analisi casi pratici


Iscrizione al seminario

Quota di adesione
euro 800,00 + IVA euro 176,00 totale euro 976,00

è previsto lo sconto del 20% per iscrizioni e pagamento effettuati entro il giorno: 26 Maggio 2017


La quota comprende: materiale di supporto, attestato di partecipazione, colazione di lavoro

Sconti

è previsto uno sconto per:
- abbonati alla rivista “Rifiuti - Bollettino di informazione normativa”
- abbonati al servizio “Rifiuti on-line”
- abbonati al servizio “Osservatorio di normativa ambientale”
- abbonati al servizio “Adempimenti Ambientali”

è previsto uno sconto per iscrizioni multiple

Chiusura delle iscrizioni: Martedì 13 Giugno 2017

dopo tale data l'iscrizione è possibile solo previo contatto telefonico con la Segreteria
02.45487380 (numero diretto)

Modalità d'iscrizione

La quota di adesione deve essere versata all’atto dell’iscrizione.

Il seminario sarà confermato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

L’iscrizione può essere effettuata anche:
prendendo contatti telefonici
linea diretta 0245487380
inviando un fax 02 45487333
inviando una e-mail: segreteria.formazione@edapro.it

Disdetta

Il diritto di recesso potrà essere esercitato fino a 7 giorni lavorativi (sabato compreso) prima della data del seminario e darà diritto al rimborso completo della quota di adesione. Oltre tale limite, e fino al giorno precedente il seminario, il partecipante potrà recedere riconoscendo a Edizioni Ambiente un corrispettivo del 25% della quota di adesione. Dopo tale data, qualunque ulteriore rinuncia non darà diritto ad alcun rimborso.

Il recesso dovrà essere comunicato via e-mail alla Segreteria Organizzativa segreteria.formazione@edapro.it

È invece possibile sostituire in qualsiasi momento il partecipante al seminario, previa comunicazione del nuovo nominativo alla segreteria organizzativa.