Eda Pro propone ai manager e agli operatori gli strumenti professionali per interpretare e affrontare il sistema normativo della Gestione dei rifiuti

Milano
Martedì 27 Febbraio 2018
Hotel Michelangelo Milano - Piazza Luigi di Savoia, 6

relatore:

Leonardo Filippucci
(Avvocato in Macerata)


Coordinamento scientifico: Paola Ficco
Un'importante agevolazione fiscale:
Ai sensi dell’articolo 54, comma 5, del Dpr 917/1986 (T.U. imposte sui redditi) dal 1░ gennaio 2017 le spese per l’iscrizione a master, corsi di formazione o di aggiornamento professionale, convegni e congressi, comprese quelle di viaggio e soggiorno, sono integralmente deducibili dal reddito di lavoro autonomo entro il limite annuo di 10mila euro.
programma iscrizione on-line scarica il modulo d'iscrizione
Torna all'elenco
Seminario

Abbandono, deposito incontrollato, discarica abusiva: concetti vecchi e problemi nuovi

Abbandono, deposito incontrollato, discarica abusiva, ecc.: illeciti che esistono da sempre nella legislazione ambientale, ma per i quali ancora oggi persistono dubbi e difficoltà a livello operativo.
Che differenza c’è tra un deposito incontrollato e una discarica abusiva? Che sanzioni si applicano se un impianto autorizzato non rispetta i codici e i quantitativi autorizzati? Che responsabilità ha il proprietario dell’area sulla quale vengono abbandonati dei rifiuti? A chi spetta gestire i rifiuti lasciati in abbandono dall’impresa fallita? A chi spetta rimuovere i rifiuti abbandonati lungo le pertinenze stradali? A quali illeciti si applica il Dlgs 231/01?
Questi sono solo alcuni degli interrogativi più ricorrenti.
Il seminario si propone anzitutto di delineare con precisione i confini concettuali delle varie fattispecie illecite e, per ciascuna di esse, di stabilire quali sanzioni siano applicabili a livello amministrativo, penale e tributario.
Verrà poi esaminato, nel dettaglio, il procedimento di adozione dell’ordinanza sindacale di cui all’articolo 192, comma 3, Dlgs 152/06 e verrà indagato l’ambito di applicazione della normativa sui rifiuti rispetto alla normativa sugli scarichi idrici e sulla bonifica dei siti contaminati.
Saranno, infine, prese in esame le fattispecie di abbandono che, nella prassi, sollevano maggiori problematiche: veicoli in stato di abbandono, rifiuti scaricati lungo le strade e le loro pertinenze, rifiuti abbandonati dall’impresa fallita, ecc.
Ampio spazio sarà lasciato all’esame di casi concreti e al question time.
Il seminario è rivolto agli organi di controllo, alle Pubbliche Amministrazioni, in particolare a quelle Comunali, nonché alle imprese che intendono compiere una corretta stima del proprio risk management.


Programma

Ore 9:00 – Registrazione dei partecipanti
 


Ore 9:30
ESAME DELLE DIVERSE FATTISPECIE:
- L’abbandono
- Il deposito incontrollato
- L’immissione di rifiuti nelle acque superficiali e sotterranee
- La discarica non autorizzata
- Il mancato rispetto delle condizioni del deposito temporaneo e la gestione non autorizzata
- La gestione in difformità all’autorizzazione
- L’errato conferimento dei rifiuti urbani al servizio pubblico di raccolta
- La gestione del centro di raccolta in difformità al Dm 8 aprile 2008

Ore 11:00 – Pausa caffè



Ore 11:15 – Ripresa dei lavori


IL POTERE DI ORDINANZA DI CUI ALL’ARTICOLO 192, DLGS 152/2006:
- L’accertamento in contraddittorio
- La posizione del proprietario dell’area
- L’organo competente all’adozione dell’ordinanza
- La mancata osservanza dell’ordinanza
- Problemi di giurisdizione

Abbandono, deposito incontrollato e discarica abusiva come illeciti tributari (articolo 3, comma 32, legge 549/1995 in materia di ecotassa)

Ore 13:00 – Colazione di lavoro

Ore 13:45 – Ripresa dei lavori



RAPPORTI TRA LA NORMATIVA SUI RIFIUTI E ALTRE DISCIPLINE:
- Distinzione tra abbandono di rifiuto liquido e scarico non autorizzato
- Rapporti tra rimozione di rifiuti abbandonati e disciplina sulla bonifica dei siti contaminati
- Abbandono e delitti di inquinamento/disastro ambientale
- Abbandono e delitto di cui all’articolo 260, Dlgs 152/2006
- Abbandono e combustione dei rifiuti abbandonati
 
FATTISPECIE SPECIFICHE:
- Veicoli fuori uso abbandonati in area pubblica e in area privata
- Rifiuti abbandonati su strade o loro pertinenze
- Rifiuti lasciati in sito dall’impresa fallita
- Lo “spiaggiato” e i rifiuti dispersi in mare (marine litter)
- La responsabilità del committente per i rifiuti prodotti dall’appaltatore
 
Ore 16:00 – Question time

Ore 17:00 – Fine dei lavori


Iscrizione al seminario

Quota di adesione
euro 330,00 + IVA euro 72,60 totale euro 402,60

La quota comprende: materiale di supporto, attestato di partecipazione, colazione di lavoro

Sconti

è previsto uno sconto per:
- abbonati alla rivista “Rifiuti - Bollettino di informazione normativa”
- abbonati al servizio “Rifiuti on-line”
- abbonati al servizio “Osservatorio di normativa ambientale”

Ŕ previsto uno sconto per iscrizioni multiple

Chiusura delle iscrizioni: Martedì 20 Febbraio 2018

dopo tale data l'iscrizione Ŕ possibile solo previo contatto telefonico con la Segreteria
02.45487380 (numero diretto)

Modalità d'iscrizione

La quota di adesione deve essere versata all’atto dell’iscrizione.

Il seminario sarÓ confermato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

L’iscrizione pu˛ essere effettuata anche:
prendendo contatti telefonici
linea diretta 0245487380
inviando un fax 02 45487333
inviando una e-mail: segreteria.formazione@edapro.it

Disdetta

Il diritto di recesso potrÓ essere esercitato fino a 7 giorni lavorativi (sabato compreso) prima della data del seminario e darÓ diritto al rimborso completo della quota di adesione. Oltre tale limite, e fino al giorno precedente il seminario, il partecipante potrÓ recedere riconoscendo a Edizioni Ambiente un corrispettivo del 25% della quota di adesione. Dopo tale data, qualunque ulteriore rinuncia non darÓ diritto ad alcun rimborso.

Il recesso dovrÓ essere comunicato via e-mail alla Segreteria Organizzativa segreteria.formazione@edapro.it

╚ invece possibile sostituire in qualsiasi momento il partecipante al seminario, previa comunicazione del nuovo nominativo alla segreteria organizzativa.