Eda Pro propone ai manager e agli operatori gli strumenti professionali per interpretare e affrontare il sistema normativo della Gestione dei rifiuti

Roma
Mercoledì 11 Dicembre 2019
Centro Congressi Frentani, via dei Frentani 4

relatore:

Leonardo Filippucci
(Avvocato in Macerata)


Coordinamento scientifico: Paola Ficco
Un'importante agevolazione fiscale:
Ai sensi dell’articolo 54, comma 5, del Dpr 917/1986 (T.U. imposte sui redditi) dal 1░ gennaio 2017 le spese per l’iscrizione a master, corsi di formazione o di aggiornamento professionale, convegni e congressi, comprese quelle di viaggio e soggiorno, sono integralmente deducibili dal reddito di lavoro autonomo entro il limite annuo di 10mila euro.
programma iscrizione on-line scarica il modulo d'iscrizione
Seminario

Il labirinto delle autorizzazioni

Tra opzioni che si moltiplicano e semplificazioni che complicano

In materia di autorizzazioni al trattamento dei rifiuti si è ormai di fronte ad una vera e propria giungla normativa: autorizzazioni uniche, procedure semplificate, rinnovi “autocertificati”, autorizzazioni integrate ambientali, autorizzazioni uniche ambientali, valutazioni di impatto ambientale… 

Dal giugno 2017, al lungo elenco si è aggiunto il recepimento della nuova direttiva VIA, che ha anche introdotto nel nostro ordinamento il provvedimento autorizzatorio unico regionale: in apparenza uno straordinario strumento di semplificazione, che tuttavia nasconde molteplici insidie. Il rischio di sbagliare è alto e le conseguenze per chi viene considerato “abusivo” sono sempre più pesanti. 

Il seminario intende:
• chiarire l’ambito di applicazione di ogni procedura (sia per i nuovi impianti che per le modifiche di quelli esistenti),
• approfondire le procedure introdotte dal Dlgs di recepimento della direttiva VIA e le problematiche che ne derivano,
• dare risposta alle criticità relative ai controlli e alle sanzioni (a chi competono gli accertamenti in materia di Via? che rapporti esistono tra le sanzioni sulla Via e quelle sull’Aia? quali strategie difensive possono essere messe in campo?)
• affrontare le questioni di stretta attualità, come l’incidenza sulle autorizzazioni in essere della riforma dell’End of Waste nonché l’applicabilità della normativa Seveso agli impianti di trattamento rifiuti.

Destinatari

Il Seminario è destinato a: Gestori di impianti; Consulenti ambientali; Pubbliche Amministrazioni; Organi di controllo in particolare Sistema Nazionale a rete per la Protezione dell'Ambiente.


Programma

Ore 9:00 Registrazione dei partecipanti

Ore 9:30

Introduzione

• Il problema delle “tante” autorizzazioni “uniche”: vera semplificazione?
• Il rischio d’impresa correlato all’autorizzazione al trattamento

L’ambito di applicazione delle singole autorizzazioni
• Procedure semplificate: problematiche vecchie e nuove
• Autorizzazione unica (art. 208, Dlgs 152/06)
• Rinnovo “autocertificato” (art. 209, Dlgs 152/06)
• Aia: le circolari ministeriali sul Dlgs 46/2014
• Aua: il problema dei complessi Ippc gestiti da Pmi
• Verifica di assoggettabilità a Via
• Via e provvedimento autorizzatorio unico regionale (art. 27-bis, Dlgs 152/06)
• Trattamento rifiuti e normativa Seveso


Le modifiche all’impianto
• I concetti di “variante sostanziale” e “modifica sostanziale”
• Il cd. pre-screening e la modifica non sostanziale in materia di Aia
• Le autorizzazioni al recupero dopo la riforma sull’End of Waste


Ore 11:00 Pausa caffè

Ore 11:15
Il procedimento di verifica di assoggettabilità a Via
• Lo studio preliminare ambientale e l’avvio della procedura
• L’istruttoria
• L’esito della procedura
• La pubblicazione del provvedimento di verifica

Ore 13:00 Colazione di lavoro

Ore 13:45
Il procedimento di Via ed il provvedimento autorizzatorio unico regionale
• La presentazione della domanda e gli elaborati progettuali
• Le consultazioni
• Le valutazioni e la conferenza di servizi
• Il provvedimento finale e la sua pubblicazione
• Il monitoraggio

Controlli e sanzioni
• Organi competenti e poteri di accertamento
• Le nuove sanzioni in materia di Via
• La scelta della sanzione applicabile tra Via, Aia e parte quarta
• Condotta abusiva ed eco-delitti
• La Via “postuma” e i rimedi all’inosservanza delle condizioni ambientali

Esempi pratici ed esercitazioni in aula


Ore 17:00 Fine dei lavori


Iscrizione

Quota di adesione
euro 330,00 + IVA euro 72,60 totale euro 402,60

La quota comprende: materiale di supporto, attestato di partecipazione, colazione di lavoro

Sconti

è previsto uno sconto per:
- abbonati alla rivista “Rifiuti - Bollettino di informazione normativa”
- abbonati al servizio “Rifiuti on-line”
- abbonati al servizio “Osservatorio di normativa ambientale”

Ŕ previsto uno sconto per iscrizioni multiple

Chiusura delle iscrizioni: Martedì 3 Dicembre 2019

dopo tale data l'iscrizione Ŕ possibile solo previo contatto telefonico con la Segreteria
02.45487380 (numero diretto)

Modalità d'iscrizione

La quota di adesione deve essere versata all’atto dell’iscrizione.

L’iscrizione pu˛ essere effettuata anche:
prendendo contatti telefonici
linea diretta 02 45487380
inviando un fax 02 45487333
inviando una e-mail: segreteria.formazione@edapro.it

Il Seminario sarà confermato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

Disdetta

Il diritto di recesso potrÓ essere esercitato fino a 7 giorni lavorativi (sabato compreso) prima della data del seminario e darÓ diritto al rimborso completo della quota di adesione. Oltre tale limite, e fino al giorno precedente il seminario, il partecipante potrÓ recedere riconoscendo a Edizioni Ambiente un corrispettivo del 25% della quota di adesione. Dopo tale data, qualunque ulteriore rinuncia non darÓ diritto ad alcun rimborso.

Il recesso dovrÓ essere comunicato via e-mail alla Segreteria Organizzativa segreteria.formazione@edapro.it

╚ invece possibile sostituire in qualsiasi momento il partecipante al seminario, previa comunicazione del nuovo nominativo alla segreteria organizzativa.