Eda Pro propone ai manager e agli operatori gli strumenti professionali per interpretare e affrontare il sistema normativo della Gestione dei rifiuti

Milano
Giovedì 5 Febbraio 2015
Atahotel Executive, Via Luigi Sturzo 45

relatori:

Francesco Arecco
(Avvocato civilista e amministrativista, Of Counsel in Macchi di Cellere e Gangemi, coordinatore scientifico della Formazione sull'Energia di Nextville)

Gabriele Insabato
(Assegnista di ricerca presso il Politecnico di Milano, con attività di docenza e ricerca nel settore ambientale e dell’energia rinnovabile. Svolge anche attività di servizi per privati ed enti pubblici)

Filippo Franchetto della Redazione Nextville

Un'importante agevolazione fiscale:
Ai sensi dell’articolo 54, comma 5, del Dpr 917/1986 (T.U. imposte sui redditi) dal 1° gennaio 2017 le spese per l’iscrizione a master, corsi di formazione o di aggiornamento professionale, convegni e congressi, comprese quelle di viaggio e soggiorno, sono integralmente deducibili dal reddito di lavoro autonomo entro il limite annuo di 10mila euro.
programma iscrizione on-line
Seminario breve

Spalmaincentivi per tutte le FER

Valutare gli effetti, decidere se ricorrere

Il Dl 145/2013 ha introdotto un meccanismo di rimodulazione volontaria dell’incentivo (cosiddetto Spalmaincentivi) per tutte le Fonti Energetiche Rinnovabili diverse dal fotovoltaico. Infatti, mentre per il Fotovoltaico è stata imposta una modifica obbligatoria al regime incentivale, per le altre FER è prevista l’adesione volontaria ad una rimodulazione che diminuisce l’incentivo e lo prolunga di 7 anni. Ma chi non aderisce, al termine del periodo incentivato perde il diritto ad ulteriori facilitazioni, inclusi Ritiro dedicato e Scambio sul posto. Rientrano nel provvedimento tutti gli impianti che godono di tariffa onnicomprensiva e Certificati Verdi, senza soglie minime di esenzione.
Il Dm  Sviluppo Economico 6 novembre 2014 fornisce gli elementi per determinare l’incentivo in caso di adesione al meccanismo di estensione temporale.

Al pari del cosiddetto Spalmaincentivi Fotovoltaico, anche questa disposizione genera forti proteste nel settore. La perdita del diritto al Ritiro dedicato o allo Scambio sul posto è contraria al principio di certezza del diritto e di affidamento delle imprese verso lo Stato. E ciò viene letto – come avviene per il fotovoltaico – come una grave mancanza nei confronti della stabilità degli investimenti.

Il seminario si propone di analizzare i provvedimenti, di mostrare come valutare gli effetti economici che ciascuna scelta può avere sui singoli impianti e di illustrare le possibilità di non accettare l'imposizione, proponendo ricorso al TAR Lazio, instaurando un giudizio civile secondo la normale competenza territoriale o adendo alla Giustizia Comunitaria (o all’arbitrato internazionale nel caso di operatori stranieri).


Programma

9:30 Avvio dei lavori
Filippo Franchetto
Il Dl 145/2014 e il Dm 6/11/2014 e il loro dettato

10:30
Gabriele Insabato
Profili economici: la ricaduta di ciascuna scelta sugli impianti (in esercizio)

12:00
Francesco Arecco
Profili giuridici: illegittimità del decreto e possibilità di impugnazione

12:45 Domande e Brain storming


13:30 Fine dei lavori